Nevralgia del trigemino in V2 V3 bilaterale in pz con SMSP(EDSS66)

10 .09.016 Breve storia clinica

Donna di 56 anni con malattia demielinizzante esordita diciotto anni prima, come forma Remissiva Recidivante e successivamente, particolarmente nell’ultimo anno, evoluta verso una forma a tipo SMSP(Sclerosi Multipla Secondariamente Progressiva).
Senza addentrarci ulteriormente, si segnala come, malgrado il quadro lesionale rimanga invariato agli ultimi controlli RM , la paziente lamenti un lento, progressivo peggioramento della deambulazione. Alla valutazione diretta: marcia paraparetica con autonomia ridotta, consentita solo con un appoggio.

2012 Ha inizio una sintomatologia algica alla faccia, tipica della Nevralgia trigeminale, con dolore ad interessare la 2° e 3° branca: la sintomatologia è anche oggi bilaterale ma estremamente più significativa a sn.

<strong>2014 Luglio > Visto che la terapia con Lyrica, Tegretol e Neurontin, da scarsi/ nulli effetti ed è mal tollerata, decide di sottoporsi ad un intervento di Microcompressione del Gasser secondo Fogarty in ambiente NCh. A suo dire il beneficio è stato scarso, e di breve durata( un mese).

Nell’ultimo anno il dolore si è accentuato e ” non le da tregua ” ; le scariche tipiche si ripetono con elevata frequenza giornaliera e sempre sono favorite dalla masticazione, deglutizione , caldo/ freddo etc.
Neurologicamente vi è in V2 V3, una sfumata ipoestesia t.d a sn.
E’ evidente che nel caso di Nevralgia trigeminale associata a SM , statisticamente pari al 2%, 4% , sia controindicato intervento MDV.

4 Nov. 2016 Dal giorno 10 settembre ad oggi abbiamo sottoposto la paziente a quattro trattamenti, secondo un protocollo che utilizziamo per La Nevralgia trigeminale, ottenendo come risposta una immediata abolizione del dolore nevralgico, che si è ripresentato in questo periodo sotto forma di sparuti ”Tic” di solo qualche secondo di durata e a dx. In conseguenza di ciò, ci siamo occupati, in una occasione, di aggredire anche del dolore a dx.
Purtroppo la paziente non può assumere alcun farmaco.
A controllo tra un mese… Segui….

15.12.016

Molto soddisfacente l’evoluzione del quadro. A tre mesi dall’inizio del trattamento non ha più manifestato alcun serio dolore nevralgico trigeminale. Può masticare e deglutire senza avvertire e ciò ha comportato un discreto aumento di peso.
A controllo tra due mesi. Segui….

10.02.017
La paziente ha saltato un controllo per problemi contingenti.

A cinque mesi dal trattamento, riferisce di non avere più avvertito dolore nevralgico nel territorio della seconda e terza branca del trigemino.
Nessuna terapia farmacologica, in quanto il Tegretol in basso dosaggio che le avevo consigliato le dava non graditi effetti collaterali.

.

17.05.20017

Ad 8 mesi dal trattamento, riferisce buone condizioni generali e assenza di dolore trigeminale, malgrado non assuma terapia, perché intollerante ai vari anti epi.
Dopo un episodio febbrile da infezioni delle vie urinaria, che l’ha obbligata ad antibioticoterapia, ha avuto qualche sporadica, transitoria, manifestazione algica. Controllo a settembre.